Processione San Corrado Noto

Festa di San Corrado a Noto

19 Febbraio e ultima domenica di Agosto
Corrado Confalonieri, cavaliere piacentino, decise di farsi eremita in una grotta di Noto dove praticò un severissimo tenore di vita nell’orazione continua e nella penitenza. Compì diversi miracoli e quando morì il 19 Febbraio 1351 si tramanda che le campane della cattedrale si misero a suonare da sole.
L’urna argentea di San Corrado, patrono e protettore della cittadina di Noto, è conservata nella Cattedrale di Noto e durante l’anno esce per le vie cittadine quattro volte, ogni dieci anni la solenne processione accompagna l’urna fino all’eremo.  L’urna preceduta dalle Confraternite e dai ceri decorativi rappresentanti la vita del santo viene portata a spalla e seguita da fedeli, alcuni dei quali scelgono di fare il loto voto attraverso il viaggio scausu, camminando a piedi nudi dalla propria città fino al centro storico della capitale del barocco.